UN ALTRO SITO SUL GUADAGNO ONLINE

Un blog di poche pretese, non vi spiegherò come diventare milionari utilzizando le risorse della rete, se lo fossi diventata, chiaramente, non sarei quì a perdere tempo ma in una spiaggia caraibica a prendermi il sole, questo blog nasce per condividere con voi quelle che sono le mie personali e modeste esperienze riguardo ai siti che offrono lavoro on line, per cercare di capire cosa sia scam (ossia truffa) e su cosa valga la pena di investire un po’ di tempo.

 

Non aspettatevi grandi guadagni, diciamo che con la rete, se si usa un po’ di costanza e un metodo selettivo dei siti migliori, ci si toglie qualche sfizio o si paga qualche bolletta, ma non pensiate di poter smettere di lavorare (o di non iniziare proprio…) i guadagni sono modesti e scostanti, spesso dipendono dall’invio di questionari online per la compilazione di sondaggi o dalla costanza di applicarsi a metodi di payperclick, che fanno salire di qualche centesimo ogni giorno il vostro conto virtuale, poi ci sono programmi buoni, dove il conto sale più facilmente, e programmi da lasciare perdere, dove i guadagni sono talmente ridicoli da non valere la pena di perderci tempo.

Guadagnare tramite i sondaggi può essere divertente, spesso i sondaggi sono ricorrenti e se vi iscriverete a molti programmi potrebbe capitare di compilare gli stessi più volte, in ogni caso ricordatevi che la partecipazione ai gruppi di sondaggio è vincolata al massimo segreto sugli argomenti oggetto dei questionari, del resto correttezza e serietà sono richiesti in tutti i programmi di lavoro, e questi non fanno eccezione.

 

Se volete provare a guadagnare usando le risorse della rete dovrete innanzitutto preoccuparvi di avere gli strumenti necessari per incassare i soldi guadagnati, ci sono programmi che pagano con buoni spendibili presso negozi (ticket) e hanno una scadenza, ci sono programmi che pagano tramite conto corrente bancario, e dunque vi accrediteranno i guadagni in banca previa comunicazione dei codici swift e iban (li trovate in un normale estratto conto), ci sono programmi che vi inviano assegni, altri che richiedono un conto paypal o, ultima novità, un conto alert pay, entrambe le soluzioni servono per il trasferimento “digitale” del denaro.

Se avrete un conto paypal probabilmente sarà necessaria anche una carta di credito da associare, generalmente si utilizzano le prepagate che offrono maggiori garanzie e meno preoccupazioni di eventuali frodi bancairie, hanno un costo contenuto e vi permettono di ritirare il denaro trasferito da paypal sia presso gli sportelli delle banche sia presso i bancomat. Acquistare una carta postepay costa 5 euro, oltre alle spese  che possono essere associate alle operazioni di ricarica.  

 Se volete provare vari programmi di payperclick (ossia programmi che vi pagano per cliccare su alcuni siti e restare on line per alcuni secondi) dovrete assolutamente avere un buon sistema di sicurezza, la rete è spesso ricettacolo di virus e vistare centinaia di siti in poco tempo può essere pericoloso, ma con un buon antivirus potrete stare tranquilli, se avete un antivirus free (anche l’avast è ottimo) potrete comunque munirvi di una barra per la sicurezza che ho scoperto da poco e che si è rivelata molto utile nelle navigazioni dei payperclick perchè, qualora si clicchi su un sito “pericoloso” è possibile “oscurarlo” e quindi non visitarlo realmente ma fare comunque trascorrere il tempo necessario per la visita e l’accredito del denaro. La barra in questione è la crowler toolbar.  Se votete essere sicuri di non infettarvi, allora la soluzione migliore è installarvi l’antivirus di kaspersky, considerato da molti il migliore in commercio, antivirus che vi offre un mese di prova gratuita e che poi dovrete acquistare, ripagandovelo magari con quanto guadagnato nel primo mese (occhio perchè i soldi non vi verranno accreditati subito, di solito i tempi richiedono qualche settimana dal raggiungimento del payout e dalla richiesta).

Insomma, se volete provarci, io cercherò di essere chiara e sincera su quella che è la mia esperienza personale, partendo dal presupposto che la mia idea di guadagno è “non investo soldi” quindi aderisco soltanto a programmi gratuiti con la sicurezza di non andare in perdita economica, anche se a volte capita di perdere tempo dietro ad alcuni programmi e poi capire che non sono affidabili, in ogni caso ho adottato la linea “non verso un centesimo” anche perchè non credo assolutamente nei programmi a pagamento che promettono grandi cifre e poi sono castelli di carte costruiti su una struttura di multilivello destinata a crollare.

 

 

 

(o)mod, orologi da polso
UN ALTRO SITO SUL GUADAGNO ONLINEultima modifica: 2008-02-16T12:00:00+01:00da giadatea
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento